La Grande Guerra + 100

www.lagrandeguerrapiu100.it è un nuovo progetto, che viene realizzato presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento, con il coordinamento scientifico del prof. Gustavo Corni, titolare della cattedra di Storia contemporanea. Il progetto, elaborato e realizzato da un gruppo di giovani: storici, grafici, informatici, manager del web, si propone di valorizzare la rete per proporre a un pubblico più largo, e possibilmente anche formato da giovani e giovanissimi, il racconto della Grande guerra, di cui ricorre il centenario.
Il progetto si articola in 56 puntate mensili, che a partire dal maggio 2014 e per concludersi con il dicembre 2018, racconteranno seguendo il filo del tempo eventi, battaglie, protagonisti, ma anche i grandi temi e problemi storiografici della guerra combattuta cento anni fa.
Ogni puntata sarà imperniata su un tema più ristretto, che verrà messo a fuoco attraverso una serie di materiali:
-       testi di racconto storico, scritti in modo accessibile e chiaro ma rispettando criteri di scientificità e correttezza storiografica;
-       testimonianze coeve, che rispecchino i punti di vista soggettivi dei protagonisti, piccoli e grandi, dai generali agli intellettuali, ai semplici soldati o ai civili nei fronti interni;
-       tavole grafiche create per l’occasione da giovani artisti, che intendono rielaborare con la fantasia volti e vicende della guerra;
-       infografiche, che in forma accattivante e leggibile propongano i numeri della guerra: il numero dei combattenti, dei caduti, le perdite nelle battaglie più sanguinose, ma anche l’incremento degli operai nelle fabbriche o il crescente costo della vita per le famiglie dei civili;
-       gallerie fotografiche, selezionate alla ricerca di fotografie inedite, poco conosciute.
Tutti questi strumenti formali saranno utilizzati in modo originale e creativo per proporre un racconto della guerra che tenga conto dei diversi livelli: dalla guerra italiana al coinvolgimento delle altre potenze europee, ma anche agli elementi extra-europei, che fanno della guerra un evento per la prima volta mondiale, le battaglie, ma anche le vicende politiche, i protagonisti più noti, ma anche quelli meno noti, che solo ad occhi più avvertiti appaiono come protagonisti non meno dei grandi generali, degli intellettuali e degli statisti: la gente comune.
Il progetto del calendario digitale prenderà il via ufficialmente il 25 maggio 2014 in occasione della presentazione ufficiale nell’ambito del Festival “èstoria” di Gorizia, ma sarà online già qualche giorno prima. Grazie alla collaborazione di molti Enti, che hanno apprezzato l’anteprima di www.lagrandeguerrapiu100.it, esso troverà ospitalità su molti siti importanti: da quello dell’Ateneo di Trento, a quello dei principali musei storici italiani (Roma, Torino, Gorizia, Rovereto, Milano) a quello del Mart (Museo d’arte contemporanea di Rovereto) a quello del nuovo Muse di Trento, al sito dell’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia , alle principali riviste storiche online – per non citarne che i più prestigiosi. Esso troverà anche spazio nella rete dei social network, attraverso le forme più moderne di disseminazione.
Sono infine allo studio modalità per proporre – con i dovuti adattamenti – il sito in forma cartacea.